Ripetitore 4G: le bande di frequenza

Ripetitore 4G: le bande di frequenza

Non solo relativamente a un ripetitore 4g, il termine "banda di frequenza" è usato nella vita di tutti i giorni, anche se sempre meno. La banda FM, per esempio, la conosciamo da ormai tantissimo tempo.

 

  1. Cos'è una banda di frequenze?
  2. Le diverse bande di frequenza utilizzate nella telefonia mobile
  3. Un ripetitore 4g a una, due, tre o cinque bande
  4. Un ripetitore 4g a una, due, tre o cinque bande

 

1. Cos'è una banda di frequenze?

Una "banda" è un gruppo di frequenze consecutive con caratteristiche radio simili.

Ne conoscete già alcuni, infatti: banda FM (per la modulazione di frequenza), banda a onde corte (o SW, per le onde corte), banda AM (per la modulazione di ampiezza) e altre ancora.

Il termine "banda" corrisponde alla rappresentazione grafica delle frequenze, in modo lineare.

amplificateur 4G bande de frequences

 

amplificateur 4G bande de frequences

Ogni gruppo di frequenza ha caratteristiche specifiche, in termini di propagazione, variazione di ampiezza, ecc.

Le onde FM, ad esempio, permettono di trasportare i segnali su una distanza relativamente breve (fino a qualche decina di chilometri, tutti uguali), mantenendo una qualità molto buona, e senza apparecchiature ad alta potenza per il trasmettitore.

Per la radio a onde lunghe (GO, o LW), il trasmettitore è più potente e permette di coprire distanze molto grandi (su scala nazionale, per esempio). Purtroppo la qualità del suono è scarsa.

Per la radio a onde corte (SW), il trasmettitore permette di "proiettare" le onde su distanze ancora maggiori (le dimensioni di un continente, ad esempio), ma la qualità del suono finale è davvero degradata: sarà sufficiente per trasmettere notizie parlate, ma non è affatto adatto alla musica.

Nella telefonia mobile, è esattamente lo stesso principio. A seconda del tipo di onde da trasmettere (voce in GSM o DCS, dati in 3G UMTS, o 4G LTE), verranno utilizzate frequenze diverse.

La banda dei 900 MHz si adatta bene alla voce della telefonia mobile, perché la penetrazione delle onde all'interno degli edifici è generalmente abbastanza buona, senza dover utilizzare trasmettitori troppo potenti. La distanza tra stazione radio base e telefonino, tuttavia, si limita a pochi km.

La banda dei 1800 MHz si adatta bene anche alla telefonia vocale, ma con caratteristiche diverse: la penetrazione è meno buona all'interno degli edifici, ma a parità di potenza con un trasmettitore a 900 MHz, può trasportare più informazioni e quindi offrire un tipo di servizio diverso, per esempio il suono HD.

Per la connessione dati (3G o 4G, e presto anche 5G!), la situazione è simile, con bande di frequenza ancora più diverse perché ogni servizio (3G UMTS, 3G CDMA, 4G LTE, 4G LTE avanzato) impone caratteristiche specifiche: larghezza di banda disponibile in funzione del bit rate digitale massimo da offrire, distanza dalla stazione radio base, tasso di penetrazione negli edifici, ecc.

 

2. Le diverse bande di frequenza utilizzate nella telefonia mobile

I nostri smartphone ne utilizzano già 5, ma il loro numero è destinato a crescere presto.

- Banda 900 MHz > spesso chiamata banda GSM.

Il suo uso principale è quello di trasportare chiamate e SMS, fin dall'inizio della sua diffusione negli anni '90. Successivamente, anche MMS e WAP (i segnali EDGE o GPRS).

Nelle aree scarsamente popolate, l'UMTS 3G si trova spesso nella stessa banda di frequenza.

- Banda 1800 MHz > nota anche come banda DCS.

Il suo utilizzo iniziale è quello di trasportare voce, SMS / MMS, EDGS e GPRS, soprattutto per gli ultimi operatori entrati sul mercato. Sempre più spesso questa banda viene utilizzata anche per veicolare il segnale 4G.

- Banda 2100 MHz > spesso viene chiamata banda 3G UMTS.

Inizialmente utilizzata esclusivamente per il 3G, in modalità UMTS (a volte CDMA, a volte WCDMA), questa è la frequenza tipica per i dati mobili di prima generazione, ovunque in Europa. Tuttavia, soprattutto nelle aree meno urbanizzate (o, al contrario, nelle aree sature), questa banda comincia ad essere utilizzata per la trasmissione del 4G LTE.

- Banda 800 MHz > spesso chiamata banda LTE

È dedicata al 4G LTE. Le caratteristiche di questa banda permettono al segnale di penetrare abbastanza lontano all'interno degli edifici. Offre inoltre un buon rapporto larghezza di banda/velocità, che si adatta quindi bene ai segnali dati (internet mobile), con una velocità molto soddisfacente.

- Banda 2600 MHz > questa è la banda "alternativa" per il 4G LTE avanzato.

Non è presente ovunque, ma è installata su un numero sempre maggiore di stazioni radio base. Il suo obiettivo è quello di "alleggerire" la banda di 800 MHz per il 4G, perché il numero di utenti 4G è esploso con il calo dei prezzi dei pacchetti.

Ecco la tabella ufficiale delle diverse bande di frequenza per la telefonia attualmente in uso. Comprende anche le frequenze utilizzate al di fuori dell'Europa!

 

amplificateur 4G frequence

 

Una parola sulla banda dei 700 MHz: molto rara, si trova in particolare sulle antenne a relè installate in prossimità di zone industriali o artigianali. e, infatti, allevia le altre bande che trasportano il 4G in loco, a causa dei moltissimi utenti ad esso collegati. Un altro vantaggio, soprattutto per gli operatori telefonici che forniscono servizi specifici ad alcune grandi aziende, è che possono, ad esempio, installare una rete secondaria privata dedicata a questa o quella azienda sulla banda dei 700 MHz. I dispositivi mobili 4G dell'azienda sono predisposti per connettersi a questa banda quando sono in ufficio, garantendo così un'elevata qualità del servizio, senza impattare (o essere impattato) da altri utenti 4G al di fuori della "rete privata" che continuano a connettersi al 4G attraverso le altre bande disponibili sul sito.

 

3. Un ripetitore 4g a una, due, tre o cinque bande

Questi termini sono neologismi derivati dall'inglese: single band, dual band, tri-band, five band.

Le combinazioni di bande di frequenza nello stesso amplificatore GSM variano da un produttore all'altro, quindi non è sufficiente dire “il ripetitore è dual band” ma bisogna vedere nello specifico quali siano quelle due bande su cui lavora.

Un ripetitore GSM single band è un dispositivo che quindi opera su una sola banda di frequenza.

Un ripetitore a doppia banda, come suggerisce il nome, funziona su due bande di frequenza contemporaneamente.

Esistono inoltre modelli a tre bande, per esempio:

- Tri-banda 800 + 900 + 1800 MHz: una soluzione voce + 4G compatibile con tutti gli operatori in Europa.

Scegliendo un amplificatore 4G in questa categoria, potete essere sicuri che funzionerà per il vostro operatore ovunque in Europa, ma anche in Africa o in Asia.

- Tri-banda 900 + 1800 + 2100 MHz: una soluzione voce + 3G compatibile con tutti gli operatori in Europa.

In questa gamma, ogni amplificatore 3G funzionerà ovunque in Europa, indipendentemente dal vostro operatore. Anche in questo caso, poiché lo standard è comune, funzionerà in Africa o in Asia.

Un ripetitore 5 band, infine, è un dispositivo che risolve molti problemi, e risponde perfettamente alla necessità di riamplificare tutti i segnali (GSM, 3G UMTS e 4G LTE) di tutti gli operatori contemporaneamente.

Con 5 bande di frequenza (800, 900, 1800, 2100 e 2600 MHz), siete assolutamente sicuri di coprire tutte le esigenze nelle aziende che accolgono molti visitatori, qualunque sia il loro abbonamento telefonico, operatore o dispositivo mobile!

4. Un ripetitore 4g a una, due, tre o cinque bande

Questo è il principio della "banda larga": tutto ciò che viene trasportato sul nastro viene catturato e poi riamplificato. L'amplificatore GSM e/o 4G non ragiona strettamente per operatore, nè decodifica il segnale, ma lo porta semplicemente dove è necessario.

Questo ha tre grandi vantaggi:

- tutti i segnali (2G 3G e/o 4G) sulla banda vengono riamplificati. Se il vostro operatore trasmette GSM e 3G UMTS sulla stessa banda (ma ovviamente non sulla stessa frequenza), un amplificatore GSM con la banda 900 MHz riamplificherà bene entrambi i segnali.

- Tutti gli operatori sulla banda vengono riamplificati. Se nella vostra località diversi operatori utilizzano la stessa banda, allora il vostro ripetitore che lavora su questa banda riamplificherà tutti questi operatori.

- Nessuna restrizione sul numero di utenti o sulla velocità di trasmissione dati mobile disponibile.

Il ripetitore  4G non "si adatta" al segnale, lo riproduce soltanto. È esattamente come se l'antenna della stazione base fosse stata spostata più vicino a casa o all'ufficio.

Quindi, in termini di velocità di internet, il ripetitore vi porta quello che offre la stazione base! La velocità disponibile è quindi sempre quella della stazione base del vostro operatore, in un determinato momento.

Precisione: esiste un altro tipo di amplificatore 4G, chiamato "digitale": il segnale viene decodificato prima di essere riamplificato e poi distribuito in un'installazione aziendale, ad esempio. Tuttavia, per eseguire correttamente questa operazione, l'apparecchio deve limitare il numero di collegamenti simultanei, generalmente a 10 o 20! Certo, ci sono macchine che potrebbero gestire più connessioni... ma il prezzo sale con le prestazioni.

Con un ripetitore 4G del nostro negozio non c'è questa limitazione: tutti i vostri amici, familiari, visitatori, clienti o ospiti possono telefonare o utilizzare i dati mobili esattamente come se fossero all'esterno, nel raggio d'azione della stazione base.

Curiosità sulla tecnologia VoLTE? Siete nel posto giusto! Cos'è chiamare in 4G VoLTE?

Poiché la scelta del giusto ripetitore 4G è a volte difficile o noiosa, il nostro team tecnico-commerciale è qui per aiutarvi. Contattaci per discutere il vostro progetto! Speriamo di avere la soluzione che soddisferà esattamente le vostre esigenze.