La copertura mobile nel territorio italiano puó essere verificata in diversi modi grazie a molte mappe e risorse reperibili online. Sia i gestori che le regioni, oltre ad aziende specializzate, offrono questo servizio: vediamo come é la situazione della copertura mobile e dove trovare queste informazioni.

  • Copertura mobile in Italia: panoramica
  • Mappe di copertura mobile degli operatori
  • La copertura mobile per territorio
  • Le app per verificare la copertura mobile
  • Se il telefonino non prende

 

Copertura mobile in Italia: panoramica

Raccogliere informazioni sulla copertura mobile nel territorio italiano é forse piú utile se intendiamo spostarci per vacanza, lavoro o altro, nel senso che dove risiediamo sappiamo giá se il telefonino prende o non prende.

Peró sapere di piú sulla copertura mobile ci aiuta anche a valutare meglio alcune scelte, per esempio la scelta di un operatore telefonico o un altro, oppure l’acquisto di apparecchiatura che sfrutta la rete cellulare.

Sono diverse le risorse online dove possiamo reperire informazioni utili e passeremo velocemente in rassegna nei paragrafi seguenti. A ogni modo, facendo un breve volo panoramico sulla situazione della copertura mobile in Italia, possiamo notare alcuni aspetti interessanti.

Prima di tutto, la copertura mobile dei vari gestori telefonici é molto piú uniforme che in passato e in un certo senso lo scenario competitivo é molto piú equilibrato, non essendoci un operatore con una rete cellulare sensibilmente meno sviluppata dei concorrenti.

In secondo luogo, notiamo che in Italia la copertura 4G non é ancora capillare come la copertura di rete 3G e ancor meno della cara vecchia rete GSM.

Sentiamo giá parlare di rete 5G, ma il piano di copertura della rete mobile 4G / LTE non é ancora del tutto completo. Certo, é un territorio molto vario, quello italiano, con molti rilievi montuosi e pure isole, quindi portare il segnale cellulare dappertutto allo stesso modo é talvolta una sfida.

La rete 4G LTE resta comunque la piú interessante, anche perché ha caratteristiche che consentono di gestire il traffico voce, ovvero le chiamate, in maniera piú efficiente della classica rete 2G. 

 

Mappe di copertura mobile degli operatori

Copertura mobile delle reti Tim

 

Come sappiamo, al momento in Italia sono tre gli operatori che hanno fisicamente una propria rete cellulare sviluppata sul territorio: Tim, Vodafone e Wind 3. Tutti gli altri gestori, come ad esempio PosteMobile, Kena Mobile, sono cosiddetti Operatori Virtuali di rete mobile (MVNO, Mobile Virtual Netword Operators), cioé si appoggiano alle reti dei primi tre.

Va segnalato che un nuovo operatore "reale" ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano, Iliad. Ne parleremo in un articolo a parte, una volta messa insieme un po' di conoscenza a riguardo. Per il momento possiamo dire che Iliad possiede le stesse frequenze delle tre big sopracitate.

Anche la fusione Wind 3, con relativa unificazione delle reti é di estrema attualitá ed ancora in corso. I due operatori agiscono ancora come due marchi distinti, ma di fatto i clienti 3 possono giá usufruire della piú grande rete Wind, in roaming nazionale

Sul sito Inwit troviamo le mappe di copertura mobile della Tim. Basta selezionare la regione che ci interessa e la mappa mostrerá tutte le stazioni radio base Tim lí presenti. Ë molto aggiornata, ma non ci dice nello specifico quali frequenze o reti vengono trasmesse da una singola stazione.

Vodafone, invece, ha pubblicato una mappa di calore; non fornisce informazioni su dove sono dislocate le stazioni radio base, ma fornisce una idea del livello di copertura mobile delle varie reti GSM, UMTS e LTE in una determinata zona.

Lo stesso tipo di informazioni ci viene dato da Wind 3 che aggiunge anche una utilissima guida su come gli utenti 3 possono registrarsi sulla rete Wind.

 

La copertura mobile per territorio

Copertura mobile in Veneto

 

C'é un altro modo in cui guardare alla copertura mobile sul territorio italiano, mettendo insieme tutte le reti di tutti gli operatori. Non vedremo solo le stazioni radio Tim, in altre parole, ma avremo un colpo d'occhio sulla copertura mobile complessiva in una determinata area geografica.

La fonte primaria e ufficiale di dati utili é ovviamente la AGCOM, Autoritá per le garanzie nelle telecomunicazioni. La AGCOM ha reso pubblica una pagina con una serie di mappe di calore dedicate allo stato di avanzamento della copertura mobile delle reti 2G, 3G e 4G LTE.

Abbiamo poi le mappe di copertura mobile e i catasti delle stazioni radio base censite dalle singole regioni italiane. Ogni regione ha realizzato la propria mappa, con funzionalitá e informazioni diverse. Riportiamo qui sotto le mappe delle regioni che siamo riusciti a recuperare.

Segnalatecene altre, se per caso avete trovato le mappe online delle regioni mancanti. Vi ringraziamo per il contributo! 

 

Le app per verificare la copertura mobile

Copertura mobile delle regioni d'Italia

 

Abbiamo visto finora le fonti ufficiali sullo stato della copertura mobile che ci provengono dagli operatori e dalle istituzioni come AGCOM, Arpa e Regioni.

Ci sono peró altre fonti molto interessanti e utili, realizzate con i contributi degli utenti; grazie a questa formula collaborativa, tra l'altro, sono in genere molto aggiornate.

Ci piace in particolare Cellmapper perché é la fonte con piú informazioni su una singola stazione radio base, una volta individuate. Cliccandoci sopra, compariranno informazioni sulle reti, l'intensitá di segnale in dBm e altro ancora.

Il vantaggio di OpenSignal é invece la possibilitá di misurare il segnale GSM nel punto dove ci troviamo, capendo anche a quale stazione radio é agganciato il nostro telefonino in qualsiasi momento. 

 

Se il telefonino non prende

Lo scopo al quale abbiamo indagato fin qui la copertura mobile in Italia, sia essa una ricerca condotta per operatore, per zona geografica o per tipo di rete cellulare, é sempre lo stesso: verificare la disponibilitá di segnale cellulare.

In altri articoli abbiamo parlato delle ragioni per cui si possono verificare problemi di ricezione, stabilendo che sono soprattutto due: la distanza dalle stazioni radio base e gli ostacoli fisici al passaggio del segnale.

Verificare la presenza di copertura mobile e misurarne l'intensitá, sia che utilizziamo un telefono Android o un telefono iPhone, sono cruciali soprattutto nel primo tipo di situazione, a ogni modo una buona soluzione per entrambe é amplificare il segnale cellulare per mezzo di un ripetitore GSM (detto anche amplificatore di segnale cellulare o ripetitore cellulare.

L'antenna esterna di cui é dotato ogni ripetore ha il compito di catturare il segnale disponibile all'esterno, anche a chilometri di distanza, per poi condurlo via cavo coassiale al ripetitore, che é collocato all'interno. Qui accade poi il piccolo miracolo: il segnale cellulare viene ri-amplificato e diffuso grazie all'antenna interna.

Contattateci liberamente per qualsiasi domanda o richiesta, parlateci della vostra situazione e di eventuali problemi di ricezione, inviateci i vostri rilievi e misurazioni effettuati con gli strumenti presentati qui sopra. Avremo cosí tutte le informazioni utili per assistervi al meglio. Troveremo insieme una soluzione duratura ed efficace, sicuramente.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti: